100.000 FACCE DA PRIMO MARZO, NOI CI SIAMO

Il Primo Marzo si avvia a divenire una data simbolica... sintesi di un'idea “Mixitè”! Così la chiamano i francesi, Mescolanza, Meticciato, Contaminazione...Accettazione delle Migranze come occasione ed arricchimento piuttosto che come attentato alle certezze ed alle ricchezze di un paese. L'esperienza, quella vera e reale, quella della storia del mondo ci insegna che le nazioni con grandi contaminazioni sono le più forti...le più giovani e le maggiormente propulsive. La cultura dell'accoglienza, l'accetazione dell'idea di mondo che ci vede uguali e fratelli. Le Migranze sono una realtà che ci supera e che non deriva unicamente dal luccichio delle vetrine del mondo occidentale né, ancor meno, da invidia o da famelico desiderio di possedere le nostre donne, le nostre case...i nostri lavori. Esse sono in massima parte motivate da eventi storici o geo-politici da reali condizioni globali e ci riguardano tutti. L'accoglienza e la capacità di crescere sono l'unica risposta possibile ...l'unica umana, l'unica etica e moralmente accettabile. Perchè siamo parte el medesimo respiro...figli del medesimo sangue, perchè esiste una sola razza...quella umana. 100.000-200.000 facce d'antirazzista, da accogliente, facce da Mixitè facce che sanno accettare i colori del mondo. Facce che useremo come “Manifesto d'un mondo nuovo”, di un nuovo punto di vista, d'una cultura altra... meticcia ed arricchita dalle mille e mille voci dell'uomo dalle sue mille lingue dai suoi colori e da quelli del mondo ch'egli ci descrive nelle sue diverse canzoni. Vi invitiamo ad essere parte di questo progetto culturale aderendo alla nostra iniziativa con una frase ed una foto. Fateci parte del vostro progetto di Mixitè, condividetelo con noi e con il mondo per dimostrare...anche im modo palese, con l'uso dei media e dell'informazione che esiste in questo paese un progetto molto diverso da quello della costruzione di muri e filo spinato.